VIC 10 e VIC 30 – I computer mai nati

Nel 1982, la Commodore UK stava progettando una gamma completa di microcomputer domestici per soddisfare ogni budget. Il VIC-20 è stato un successo e volevano aggiungere un VIC-10 a un prezzo ancora più basso e un VIC-30 da 16K per posizionarsi al di sotto del prossimo CBM-64 o VIC-64 di fascia alta, che finì per essere chiamato Commodore 64. Ma le condizioni di mercato in rapido cambiamento, guidate dal rilascio dello ZX Spectrum, significavano che alla fine non c’era posto per il VIC-10 (aka Ultimax o Commodore Max Machine) nel Regno Unito, e il VIC-30 era tranquillamente accantonato. Esamineremo diverse riviste Commodore con sede nel Regno Unito dal 1982 per capire la storia dietro questi computer poco conosciuti che furono cancellati, relegando il Commodore VIC-30 al vapourware e il Commodore VIC-10 / MAX al solo mercato giapponese.

Magazines referenced:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.