Commodore 1702 – Il Monitor

Il monitor Commodore 1701 fu il primo modello abbinato al Commodore 64, commercializzato insieme alla primissima versione “silver label”, verso la fine del 1982, quindi in piena produzione VIC-20 per la quale era compatibile. Nella seconda metà del 1983, fu affiancato dal modello Commodore 1702, praticamente identico esteriormente. I monitor Commodore 1701 e 1702, hanno le stesse specifiche, la diagonale da 13″, lo stesso case, gli stessi ingressi ed erano entrambi prodotti da JVC. Il monitor 1701 adottava un tubo catodico più pesante mentre il 1702 presentava piccoli aggiornamenti all’elettronica.
Il modello 1701 aveva delle emissioni maggiori che ne limitarono il mercato all’Europa.
Come tutti i monitor CRT, potevano riprodurre qualsiasi segnale videocomposito, attraverso l’ingresso RCA standard La sola uscita del COmmodore VIC 20, oppure il segnale video con le componenti luma (Y) e chroma (C) separate attraverso il connettore mini-DIN, comunemente detto S-Video, dove la “S” sta per componenti “Separate” Y/C. Tale uscita video fu implementata nel Commodore 64. Anche il VIC prima serie, che equipaggiava il VIC 20 può fornire un segnale S-Video, ma per prelevare tale segnale è necessaria una modifica alla componentistica che lo accompagnava – Vedi: Modifica Svideo.
Il segnale video separato è disponibile solo nei modelli di Commodore 64 prodotti a partire dal 1983, la classica versione “biscottone”, che presentano il connettore mini-DIN8, a 8-pin, mentre l’uscita video della prima versone “silver label” è a 5-pin e veicola solo il segnale video composito, proprio come il VIC 20.

I monitor a colori 1701 e 1702 erano due dispositivi di visualizzazione quasi identici prodotti da Commodore per la sua linea di computer domestici a 8 bit. Sebbene queste periferiche siano arrivate molto tardi nella storia della produzione del VIC-20, vale la pena menzionarle a causa della loro immensa popolarità tra i proprietari di computer Commodore. Per questo motivo, molti VIC-20 sono stati utilizzati con i monitor 1701 e 1702 anche dopo che il VIC-20 aveva cessato di essere prodotto. Molti collezionisti e appassionati VIC-20 odierni preferiscono utilizzare questo monitor per la sua buona qualità delle immagini, durata e versatilità.

I monitor 1701 e 1702 sono realizzati per abbinarsi al tema del colore marrone e marrone del Commodore 64. L’unico monitor noto per essere stato progettato appositamente per l’uso con il VIC-20 è il VIC-1510 ultra-sfuggente di Commodore (che potrebbe non essere stato prodotto per la vendita).

I monitor 1701 e 1702 funzionano con lo standard televisivo NTSC o PAL. Ciò significa che con questi monitor è possibile utilizzare qualsiasi lettore video, videogioco o altra sorgente con connettori A / V. In effetti, fino al recente avvento della televisione widescreen ad alta definizione, molti cineasti dilettanti e professionisti hanno cercato 1701/1702 di seconda mano da utilizzare come monitor economici da utilizzare nelle suite di editing video. Forse questi usi alternativi spiegano perché a così tanti anni 1701-1702 furono risparmiati la distruzione nel periodo tra il declino dei computer a 8 bit alla metà degli anni ’80 e l’emergere della raccolta di retro-computer alla fine degli anni ’90.

I monitor 1701 e 1702 producono colori vividi e immagini di buona qualità, ma non erano adatti per la visualizzazione di testo nitido oltre 40 colonne.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.